Reflexiones 2.0 (Enterprise y Personales) de Marco Cimino

un momento de pausa entre la presión de cada día….

“Reflexiones 2.0” in Italiano

with 3 comments

“Ricomincio da tre”

Molte sono le ragioni per le quali mi decido a scrivere anche in Italiano: un recente dibattito in una riunione a scuola dei miei figli, alcuni amici e amiche delle scuole medie ritrovati grazie all’aiuto di Facebook, alcuni post interessanti trovati negli ultimi giorni.

Pero nel fondo la ragione principale sta nel fatto che sono arrivato alla metà! A punto di compiere 45 anni mi rendo conto che ormai la metà della mia vita l’ho trascorsa a Barcellona.

Fino a quest’anno il mio subcosciente “italiano” sapeva di avere ancora un po di vantaggio rispetto alle mie “lingue adottive” (Catalano e Castigliano). Il vantaggio che marca il tempo: Nato in Italia e vissuto la maggior parte della mia vita in Italia! Pero a partire da questo momento non sarà più così!

Dovrà rassegnarsi a convivere con una realtà diversa: 2 lingue che ormai hanno la stessa forza e presenza, tradizioni acquisite che dissolvono poco a poco i ricordi dell’infanzia e la consapevolezza che “ormai” non c’è più nulla da fare. Termineremo (il mio subcosciente ed io) i nostri giorni (speriamo che siano mooooolti) qui, in terra straniera!

Per questa ragione, principalmente, e con l’obbiettivo di alleviare la tensione, ho deciso di dedicare di tanto in tanto (pero con una certa costanza) un po di tempo per scrivere nel mio blog anche in Italiano. Così lui, il subcosciente, potrà star tranquillo. Sempre sussisterà un angolo nel quale ritrovare le mie origini.

Ricominciare da zero sarebbe stato come ammettere un certo “oblio” della lingua Italiana, sarebbe stato come dar la ragione a lui, il subcosciente, ed ammettere la sconfitta!

Per questo ho deciso di ricominciare da 3!

Written by Marco Cimino

octubre 10, 2009 a 5:39 pm

3 comentarios

Subscribe to comments with RSS.

  1. Marco, ti capisco perfettamente perché mi trovo (quasi) nella stessa situazione. 24 anni in Italia e 23 fuori (anche se non tutti trascorsi in Spagna). Quando vado in Italia mi dicono che ho un accento “strano” (non proprio straniero, ma strano), almeno i primi giorni. Ogni tanto mi sorge qualche dubbio linguistico (“campo di concentramento” o “campo di concentrazione”?). Con mia figlia (che è nata qui) parlo italiano, ma tutt’e due parliamo un italiano un po’ bastardo, simplificato. D’altronde è normale. Mi sendo ogni volta più “halfie”. Ma non è che mi sembri qualcosa di negativo. Anzi. Credo che ci dirigiamo verso un mondo ogni volta più meticcio, mulatto, mescolato, intrecciato, variegato. E’ il futuro.

    Patrizia

    octubre 10, 2009 at 6:13 pm

  2. Ciao Patrizia,
    sono pienamente d’accordo, così come credo che parlare più lingue apre la mente. ti aiuta ad essere più tollerante, a valorizzare gli usi ed abitudini delle altre culture e a non sentirti mai straniero a prescindere dal luogo nel quale ti trovi..

    la colpa è SUA! il mio subcosciente si resiste… non vuole capire che il futuro non ha frontiere! 🙂

    un bacio!

    Marco Cimino

    octubre 10, 2009 at 6:22 pm

  3. Finalmente potrò fare un decimo della fatica per seguirti nella tua veste 2.0!
    Caro Marcolino, sono proprio contento di questa ultima tua iniziativa.
    Un giorno mi darai l’indirizzo email, twitter, facebook o mysalamadonna del tuo spacciatore: come fai!  Ti conosco bene, abbiamo lavorato insieme per tanti anni in Italia e so che hai le giornate di 20 ore, che sei infaticabile, che hai un entusiasmo verso le cose nuove che è la tua adrenalina, ma sei davvero un miniera inesauribile di idee!
    A parte i salamelecchi, vorrei far partire qualcosa in Italia collegandomi alle tue iniziative. Ci sentiamo presto. Finisco il mio documento….#bufbuf!

    Tron

    octubre 11, 2009 at 2:38 pm


Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s

A %d blogueros les gusta esto: